La Misericordia di Badia a Ripoli  indice un concorso per le scuole primarie e secondarie di I livello sul tema del  mio “Primo” soccorso

Questo concorso si propone come uno dei primi momenti di familiarizzazione tra il mondo dei bambini e le tematiche del soccorso, andando così a porre le basi per la formazione di una consapevolezza e coscienza civica.  Con il termine “soccorso” non si intende solo la conoscenza delle manovre primarie da effettuarsi durante un’emergenza sanitaria e di altra natura ma anche l’acquisizione di un atteggiamento attivo e critico di prevenzione e sensibilità civica,  in quale forma e con quali modalità impiegare il proprio tempo al servizio di coloro che lo necessitano.

L’uomo necessita sempre di qualcosa in più di una cura solo tecnicamente corretta. Ha bisogno di umanità. Ha bisogno dell’attenzione del cuore. Dobbiamo distinguerci per il fatto che non ci limitiamo ad eseguire in modo abile la cosa conveniente al momento, ma ci dedichiamo all’altro con le attenzioni suggerite dal cuore, in modo che questi sperimenti la nostra ricchezza di umanità. Perciò, oltre alla preparazione professionale è necessaria anche, e soprattutto, la «formazione del cuore. (Benedetto XVI, Deus caritas est, n° 31)

La Misericordia di Badia a Ripoli ha come scopo quello dell’esercizio volontario delle opere di Misericordia, di aiutare le persone in difficoltà, impegnandosi nell’alleviare le situazioni di bisogno e di emarginazione, con lo scopo di restituire loro l’autonomia. Questo è reso possibile attuando, nei propri settori di intervento, opera di promozione dei diritti primari alla vita, alla salute e alla dignità umana, nell’ambito di un nuovo progetto di crescita civile della società a misura d’uomo.

Questo concorso si presenta come un’occasione per le scuole di riflettere sull’ampio ventaglio di tematiche collegabili alle diverse forme del Soccorso, permettendo di avvicinare la nostra associazione e il mondo della scuola in modo da creare un legame di reciproca collaborazione.

Solitamente nell’accezione più comune il primo soccorso è inteso come il momento incalzante di accorrere in aiuto a chi ne necessita (messa in atto delle manovre di primo soccorso, assistenza provvisoria alle vittime di traumi di ogni genere, ecc.).

L’etimologia del termine “soccorso” richiama anche la forma di sovvenire, altrimenti detta occorrere, focalizzando quindi l’attenzione, non più sull’immediatezza dell’azione ma sull’acquisizione di un atteggiamento attivo e critico di prevenzione e sensibilità civica, affinché si possano evitare situazioni in cui risulti necessario un intervento di emergenza.

Questi sono solo alcuni spunti che proponiamo a studenti e insegnanti come basi su cui poter discutere e creare elaborati e lavori vari che contribuiscano a trasformare gli studenti di oggi in adulti responsabili di domani, attenti non solo al proprio bene, ma anche a quello altrui ed al bene collettivo.